Benvenuti

Salve colleghi del Cassata-Gattapone! Ecco un blog per condividere siti, software e materiali didattici utili al nostro mestiere. Più che un blog vuole essere un contenitore di risorse da cui attingere per trovare spunti interessanti da proporre a lezione, materiali da pubblicare sulla piattaforma e buone pratiche didattiche.


Buona navigazione!!

domenica 8 ottobre 2017

Educaplay: giochi e quiz didattici.

Rimaniamo sui quiz didattici ed educativi. Oggi vi vogliamo parlare di https://www.educaplay.com/ un sito per creare appunto giochi educativi e quiz. Per usufruire dei servizi occorre registrarsi, è possibile farlo anche usando il proprio account Google o Facebook. Come LearningApp, anche Educaplay mette a disposizione la possibilità di usare risorse già pronte, che possono essere modificate all'occorrenza, o crearne delle nuove da zero.

Il sito è in inglese (si può optare anche per il francese o lo spagnolo) , ma è facile da usare anche per chi non conosce bene le lingue straniere. E' comunque possibile, mettendo un filtro, cercare solo le risorse in lingua italiana:




Varie sono le tipologie di giochi/quiz, ben 16, che possiamo creare da zero.


un esempio interessante è il videoquiz (possibile anche con LearningApp).

Una volta selezionata la tipologia Videoquiz tra le "Kinds of activities", si sceglie un video da un motore di ricerca o digitando l'URL (da Vimeo, Youtube...). Si creano i segmenti di video sul quale si farà una domanda agli studenti, scegliendo i tempi di inizio e di arresto. La domanda può avere quattro tipi di risposte:
- Scelta multipla con una risposta corretta.
- Scelta multipla con diverse risposte corrette.
- Risposta scritta breve.
- Risposta lunga risposta scritta.

In questo modo la visione non può che essere attiva!

La versione free permette di usufruire di quasi tutti i servizi, quella a pagamento garantisce in più 3 cose: - possibilità di rendere privati, e quindi non condividere, le attività e i giochi creati - scaricare i giochi e le attività create in formato HTML5 - usare il sito Educaplay senza annunci pubblicitari

martedì 3 ottobre 2017

Quiz per la didattica: LearningApp


LearnigApp è un sito per creare quiz e compiti. E'  intuitivo, semplice e gratuito. Secondo me anche efficace per far esercitare gli alunni.


https://learningapps.org/

Fondamentalmente possiamo fare 3 cose:
1) usare quiz già pronti con la funzione "Cerca tra le App", si aprirà un menù per discipline con la possibilità di stabilire anche il grado di scuola a cui si è interessati usando la funzione "Gradi".



2) creare un quiz da zero con "Crea App".


3) oppure usare un quiz già pronto e modificarlo in base alle nostre esigenze (aumentare la difficoltà, cambiare le domande, aggiungere delle opzioni.....; Una volta aperto un quiz basta cliccare su "Crea App simili". Per esempio possiamo anche partire da un quiz pensato per la secondaria di primo grado e modificarlo in modo che sia utilizzabile per la secondaria di secondo grado.



Infine, per condividerlo con i nostri studenti, basta copiare l'URL del quiz e incollarlo sulla piattaforma in uso, sull'agenda del registro elettronico.... E' anche possibile creare una classe all'interno del sito (monitorando i compiti!).

venerdì 15 settembre 2017

Kahoot .... adesso anche per compiti a casa

Abbiamo già parlato di Kahoot in un precedente post.


Per chi non lo ha mi usato, qui è possibile trovare dei video tutorial dal sito di Orizzonte Scuola



La novità è che da oggi è possibile utilizzare Kahoot anche da casa, per costruire compiti e quiz da assegnare agli studenti. 


Sotto un articolo di Roberto Sconocchini che vi spiega come fare.  

domenica 10 settembre 2017

Formazione docenti - piattaforma S.O.F.I.A.

Dal 22 maggio è online la piattaforma digitale S.O.F.I.A. – Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di Aggiornamento dei docenti, realizzata dal Miur per la gestione della formazione dei docenti. E’ questo lo strumento che dovremmo usare per costruire i nostri percorsi formativi. Nella piattaforma è possibile trovare l’elenco dei percorsi da seguire e costruire il proprio portfolio formativo.


Qui sotto il link della piattaforma (per chi le possiede, vi ricordo che si può accedere alla piattaforma S.O.F.I.A. del MIUR con le stesse credenziali di istanze on line, senza fare una nuova registrazione). Nella pagina sono presenti anche le istruzioni per l’uso.




Qui sotto trovate un articolo di Orizzonte scuola molto completo con link per approfondire l’uso della piattaforma e chiarimenti relativi alla configurazione e durata delle attività di formazione dei docenti (vi ricordo che non c’è un tetto minimo di ore stabilite dal MIUR, ma la formazione è gestita dalle scuole, sia per quanto riguarda gli ambiti e le modalità, in base al Piano formativo d’istituto che è parte integrante del PTOF).

giovedì 24 agosto 2017

Correva l’anno. Gioco per studiare il mondo e l’Italia nel 900

Una buona idea dalla collega Paola Tomarelli per trattare la storia più recente, compresi i principali eventi mondiali degli ultimi decenni, fortemente legati al presente, e che spesso non riusciamo a sviluppare in classe.

http://www.novecento.org/dossier/italia-didattica/correva-lanno-gioco-per-studiare-il-mondo-e-litalia-nel-900/

Webquest: un buon modo per insegnare ad usare il web

Il webquest consente agli studenti di fare ricerche in “situazione” ricavando informazioni da internet, con un percorso guidato da domande prestabilite dagli insegnanti e partendo da siti già validati dai docenti stessi. L'obiettivo finale può essere una semplice ricerca o la realizzazione di un compito "di realtà".

Le componenti essenziali di un webquest sono: l’introduzione all’argomento, costituita dalle informazioni di base, poi i compiti che gli studenti devono svolgere, quindi le risorse predisposte, – siti, testi, indirizzi mail d’esperti – con le indicazioni che gli studenti devono seguire, suggerimenti che possono prendere le vesti di mappe concettuali, griglie o lista di domande, criteri di valutazione e infine un momento conclusivo che favorisca la riflessione e l’approfondimento.

Le consegne possono essere fornite, oltre che in cartaceo, anche usando risorse gratuite on line.
Ad esempio TES si presta bene a ciò (qui sotto trovate una bozza di simulazione di ricerca guidata con lo scopo di costruire un prodotto finale "di realtà", fatto da me)

https://www.tes.com/lessons/o_bmJu3mWRieEA/pbl-guida-turistica

Altri esempi:

https://www.tes.com/lessons/x6I7h55eNvrX6w/corso-ad-struttura-del-webquest

https://www.tes.com/lessons/I6dkFDyC9K_7tg/costruiamo-il-nostro-primo-pbl

Oltre a Tes, ecco un altro sito per impostare una webquest

http://www.aula21.net/Wqfacil/webit.htm

Come avete visto dell'esempio, il webquest è predisposto dal docente per mezzo di una progettazione ,e i destinatari sono gli studenti, che realizzano il compito lavorando a gruppi in apprendimento cooperativo.

Riassumendo: l’insegnante lancia la sfida – affida un compito alla classe – fornisce gli strumenti – i link dei siti necessari – lo studente ricopre il ruolo assegnato, indaga e giunge a costruire la propria opinione sui fatti  mettendosi a confronto con i compagni.
Una guida sapiente, fatti di vita reale, la collaborazione tra gli studenti, discussioni costruttive, sono gli ingredienti di questo nuovo metodo d’apprendimento.

Sotto approfondimenti e tutorial sul webquest

Far fare agli alunni ricerche su internet guidate ed efficaci. Video tutorial su METODOLOGIA ATTIVA del WEBQUEST
a cura di Emiliano Onori
https://www.youtube.com/watch?v=YKKeGEzZf_I

Il webquest, un nuovo modo di utilizzare il web nella didattica.
a cura di Maria Vittoria Alfieri, Responsabile Digital Teaching & Learning RCS Education

http://www.scuolachefarete.it/la-webquest-nuovo-modo-utilizzare-il-web-nella-didattica/

giovedì 20 luglio 2017

Storymap: Digital Storytelling Geografico

Uno strumento molto interessante per costruire opuscoli geografici interattivi, percorsi turistici, resoconti di viaggi d'istruzione, biografie di personaggi illustri, ricostruzioni storiche....... e tutto quanto abbia a che fare con i "luoghi", attraverso geo-localizzazione (google map) e contenuti multimediali.

E' gratuito, per accedere è necessario un account gmail.

Questo è il sito:

https://storymap.knightlab.com/

Nel link sotto trovate una esauriente video-guida di Emiliano Onori:

https://www.youtube.com/watch?v=d9FlMqZfq0o

Qui un articolo del Sole 24h che offre una guida:

http://imparadigitale.nova100.ilsole24ore.com/2017/07/25/storymapjs-narrare-con-le-mappe/?utm_content=buffer079ae&utm_medium=social&utm_source=twitter.com&utm_campaign=buffer&refresh_ce=1


martedì 20 giugno 2017

DEBATE a scuola

Da più parti, giustamente aggiungo io, si evidenzia la necessità di rinforzare le abilità orali dei nostri studenti, sempre meno capaci di affrontare un discorso, soprattutto di tipo argomentativo. A questo proposito oggi parliamo del debate: metodologia didattica trasversale a tutte le discipline che merita un sempre maggiore interesse da parte soprattutto dei docenti della scuola secondaria. Debate si traduce con “dibattito critico”. Si tratta di una tecnica mediante la quale due studenti, o due gruppi di studenti, si confrontano dialetticamente su un problema dato, all’interno di una cornice di regole, strumenti e tempi decisa a monte col docente.

Per saperne di più rimando a questo post di Emiliano Onori:

http://www.designdidattico.com/metodologie-attive-il-debate-di-che-si-tratta/

e...il debate in 20 punti essenziali:

https://www.youtube.com/watch?v=aCaLOQgtne8&t=83s


sabato 11 marzo 2017

Oilproject

Oilproject è una piattaforma di cui abbiamo già parlato e che è in continuo rinnovamento.  Il sito mette a disposizione dei propri utenti migliaia di video, testi ed esercizi in italiano su diverse materie. Utile per studiare online in modo “social”. Gli utenti possono completare i corsi, porre domande alla community, risponde ai dubbi degli altri.

http://www.oilproject.org/

venerdì 3 marzo 2017

CloudConvert

CloudConvert, un eccellente convertitore online che riesce a trasformare i vostri file in più di 200 formati diversi

https://t.co/6sxG389I7E

martedì 28 febbraio 2017

RAI SCUOLA - materiali

Rai scuola ha ampliato il servizio. Oltre 20mila video e altro materiale, possibilità di costruire percorsi e di accedere a quelli degli altri.

http://www.raiscuola.rai.it/#

qui sotto esempi di lezioni fatte con i materiali RAI

http://www.raiscuola.rai.it/startLezioni.aspx

Interessanti le sezioni "argomenti", "lezioni" e "oggetti interattivi" a cui si può accedere da menu in alto.

martedì 21 febbraio 2017

Animagraffs

Immagini a 360° utili per i colleghi di meccanica:

dal funzionamento di un orologio meccanico a quello di un'auto elettrica, dalla struttura dell'airbag di un'automobile a quella di una stazione spaziale o del camion dei vigili del fuoco.......

https://animagraffs.com/

venerdì 3 febbraio 2017

Dal Miur notizie per le scuole colpite dal sisma

Tre notizie importanti per le scuole dei comuni colpiti dal sisma. Innanzitutto l’anno scolastico sarà valido anche con meno di 200 giorni di attività didattiche effettivamente svolte. Lo prevede una norma inserita nel decreto approvato ieri dal Consiglio dei Ministri.

La deroga varrà anche per i giorni di frequenza minima richiesti alle studentesse e agli studenti per poter essere ammessi agli scrutini finali. Inoltre, qualora fosse necessario, la  Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli potrà emanare un’ordinanza per disciplinare, anche in deroga alle vigenti disposizioni normative, l’effettuazione delle rilevazioni Invalsi, degli scrutini e degli esami relativi all’anno scolastico in corso.

Infine, con un’apposita circolare, riapriremo le iscrizioni nei comuni di Abruzzo, Lazio, Umbria e Marche coinvolti dal sisma e in tutte le province dell’Abruzzo colpite dal maltempo. Lo faremo con una finestra dal 13 febbraio al 7 marzo, per venire incontro alle esigenze espresse da Regioni, Enti locali, famiglie, organizzazioni sindacali, personale scolastico, studentesse e studenti. La scuola è un presidio irrinunciabile, lo ha dimostrato ancor di più in questi mesi durissimi. Dobbiamo fare tutto il possibile per supportarla: dalla scuola si riparte per cercare di tornare alla normalità.

Qui il comunicato:
http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs030217ter